Category Archives: Me

ikea.com how a website can be that bad

Two weeks to place an order, issues encountered:

  • cannot buy online a lot of stuff (seems a feature)
  • cannot buy online Algot shelf nor Algot brackets (seems a JavaScript/Website bug, emailed customer support with the details, after few days they answered to call instead, no mentioning about the bug/resolution)
  • deleting items from the cart is heavily buggy, stuff is not really deleted and appears back in your order (workaround: update the quantity to 0 instead of using the ‘delete’ link)
  • finally clicking on the survey gives 404/NOT FOUND page.

ikea.com this is an EPIC FAIL, you make money on selling stuff, the website needs to work. Hire some real Quality Engineers that can automate your website testing, otherwise you’ll loose business (and your name too).

WiFi all’aeroporto di Bologna, tutto come prima

Vi ricordate l’articolo ‘denuncia‘ che scrissi sei mesi fa riguardo al prelevamento illegale di dati personali dell’aeroporto di Bologna?
Bene, mi risposero che ‘ha ricevuto la nostra massima attenzione‘, sono tornato all’aeroporto di Bologna ad aprile 2014, tutto come prima, il riferimento alla legge ormai abrogata quasi due anni fa è sempre là. Ecco il testo integrale che obbligano ogni povero utente che volesse usufruire della WiFi gratuita dello scalo bolognese ad accettare.
Ovviamente la massima attenzione in Italia vuol dire che deve passare almeno tre/quattro anni, non siamo critici!
Se il divario tecnologico italiano con il resto del mondo aumenta è dovuto alla nostra situazione dell’accessibilità ad internet, di leggi come quella abrogata (scritte da incapaci e incompetenti) e di enti privati che non si adeguano velocemente qualora finalmente venissero abrogate.
Complimenti aeroporto di Bologna, alla prossima visita.

Chiesa S.p.A.

Sono in Italia per una visita di tre settimane e proprio l’altro giorno riesco a “godere” della benedizione del parroco della parrocchia vicino a casa di mia madre, Sergio Pasquinelli, parroco della parrocchia di San Giacomo fuori le mura.
Gentile come sempre, ha dato la benedizione alla famiglia e alla casa, alla fine ho lasciato una offerta (da parte di mia madre), ma ho voluto assicurarmi che fosse proprio lui il parroco, che diversi anni fa, mi “sbatte'” la porta in faccia quando chiesi ospitalita’ per una notte per conto del mio reparto del gruppo scout del Castel Maggiore I.
Era proprio lui! Gli ho ricordato che la chiesa e i parroci dovrebbero essere i primi ad accogliere i fedeli e i bisognosi.
Don Sergio mi ha fatto sapere che hanno catechismo durante il week end, poco spazio in parrocchia (noi chiedevamo una sola stanza) e che gli scout fanno molta confusione e che loro sono tutti volontari (i preti non sono proprio volontari, ma lasciamo perdere).
Foto del “poco spazio”, giudicate voi:
http://www.sangiacomo.org/wordpress/?page_id=325&album=4&gallery=4
Gli ho dovuto ricordare che la parrocchia non e’ sua, ma in gestione e che ci sono scout educati come non, esattamente come ci sono preti che si dedicano veramente alle persone e altri no. E anche gli scout sono volontari, tra le altre cose, quindi siamo proprio “uguali”, come se questo poi fosse un requisito per aiutare il prossimo.
Don Sergio in chiaro imbarazzo (finalmente un sentimento positivo) ha cominciato a guadagnarsi passo dopo passo la via di uscita; e’ uscito dopo pochissimo con la scusa che doveva finire le benedizioni, l’offerta pero’ l’ha tenuta volentieri.
Questi preti da DUE SOLDI sono la vera rovina della chiesa, dovrebbero essere spediti in Africa a fare della fatica, non sanno manco cos’e’ il sacrificio, l’accoglienza e la dedizione, forse quando l’hanno fatto prete dormiva e non ha ben capito cosa voleva dire.
Se e’ vero che “e’ piu’ facile che un cammello passi per una cruna di un ago che un ricco entri nel regno dei cieli”, voglio sperare che sia uguale per questa categoria pessima di preti avari ed egoisti.
Vergogna!

HSBC (USA) the worst bank you can ever have

hsbc_customer_crap
HSBC is the worst bank I have ever opened an account with. Everything is complicated with them.
To enable Wire transfers online I had to stay 38 (thirty-eight) minutes in a call with their customer support while the day before the Palo Alto’s branch (CA) told me that there were no problems for me to do it online (lie).

They are unable to help you on any branch, basically I do not even know why they keep them open and at the customer support you have to be humiliated answering tons of questions all the times, just to enable something will be available ONLINE only to the person who knows the passwords.

Frustrating.

L’aeroporto di Bologna ha la connessione internet via WiFi illegale

Aeroporto_Bologna
Per collegarsi ad internet via WiFi l’aeroporto di Bologna ancora richiede di mandare un sms ad un numero. Il testo delle condizioni di utilizzo cita un articolo abrogato piu’ di un anno fa.

5.5 Al fine di garantire il rispetto delle norme previste dal D.M. 16.8.2005 recante “Misure di preventiva acquisizione di dati anagrafici dei soggetti che utilizzano postazioni pubbliche non vigilate per comunicazioni telematiche ovvero punti di accesso ad Internet utilizzando tecnologia senza fili, ai sensi dell’art. 7, comma 4, del D.L. n. 144/’05”, saranno mantenuti su archivi elettronici per il tempo previsto dalla normativa stessa le informazioni relative alla sessione di utilizzo svolto (in relazione all’utente ed alla postazione utilizzata: data e ora di accesso e di disconnessione dal sistema) allo scopo di poter identificare in modo univoco gli utilizzatori delle postazioni. I dati raccolti non saranno resi pubblici, ma tenuti in custodia per un periodo non inferire ai 12 mesi e saranno messi a disposizione delle Autorità competenti qualora le stesse en facciano richiesta al fine di individuare eventuali responsabili di atti illeciti sulla Rete.

Il decreto “Milleproroghe” ha abolito proprio il comma 4 dell’articolo 7, questa procedura e’ ora totalmente illegale e il database di SMS che contiene ora il mio numero non specifica quanto tempo terra’ questa informazione: “non inferiore ai 12 mesi”, volendo anche per sempre.
http://nexa.polito.it/pisanu_faq

La legge era quella vergognosa legge “Pisanu”, in contrasto alla “emergenza” del terrorismo. Cosa fara’ poi un numero di telefono in un database, che puo’ benissimo essere un numero di telefono “usa e getta” estero, dove non sempre e’ obbligatorio acquistarlo con carta di identita’?
Assolutamente nulla.
Benvenuti nel paese dei finti problemi, con finte soluzioni. WAKE UP!

AGGIORNAMENTO:
Ecco la risposta del responsabile controllo qualita’ dell’aeroporto di Bologna, con un italiano da terza elementare mi spiega che e’ un semplice “refuso” riferirsi ad una legge non piu’ in vigore. Sbaglia pure il mio cognome. Poveri noi.

Gentilissimo signor Cimminno,
ci riferiamo alla sua email il cui contenuto ha ricevuto la nostra massima attenzione.
La ringraziamo per la sua segnalazione: purtroppo si tratta di un refuso che verrà modificato.
Desideriamo comunque comunicare che sebbene la legge sia decaduta rimangono gli obblighi, per gli enti pubblici, della Ila legge è decadute ma non gli obblighi per gli enti pubblici, per motivi legati ai reati informatici, di garantire la tracciabilità.
Stiamo in ogni caso cerando di variare la tipologia di connessione per renderla più semplice, agli utenti, l’accesso pur garantendo la tracciabilità.
Nella speranza che la nostra mail le sia stata di chiarimento, trasmettiamo cordiali saluti

Controllo di processo e qualità
Quality & Process Control
Aeroporto G. Marconi di Bologna S.p.a.
Via Triumvirato, 84
40132 – Bologna
www.bologna-airport.it

Tallinn, Estonia: how to deal with dishonest landlords

Hello new citizens of Tallinn, I don’t live there any more, but I know the city very well, I lived there for four years and unluckily I know also very well some dishonest landlords that tried to literally steal my deposit at the end of a rental contract.

Today I want to start with V.V.
Continue reading Tallinn, Estonia: how to deal with dishonest landlords

Dopo cinque anni, ecco le solite facce… o quasi

Sorriso di nome, ma non di fatto. E soprattutto, largo ai giovani, vero Monti?
Sorriso di nome, ma non di fatto. Ma soprattutto: spazio ai giovani, vero Monti? Ma per favore.

Cinque anni fa votavo e me ne andavo dall’Italia, Berlusconi si apprestava a vincere le elezioni nuovamente, dopo che la sinistra non ha fatto un emerito niente per fermarlo, nè per rinnovarsi.

Dopo cinque anni si presentano: il solito PDL, la solita Lega e il solito PD. Sinceramente non riesco a capire gli elettori di questi schieramenti. Le stesse persone non potranno che rifare le stesse cose. Se l’Italia è messa come ora è colpa loro. Garantito.
Monti, il professore della Bocconi amico delle banche, spero rimanga solo un brutto ricordo per l’Italia, ci avrà pure salvato dal baratro, ma a spese di chi ora è nel baratro al posto dell’Italia, cioé quelli che pagano le tasse e sono già strozzati dalla pressione fiscale. Gli altri tranquilli: le banche, i ricchi e i furbetti sono sempre salvi. Alla faccia dell’equità tanto sbandierata.
A proposito Monti, lascia stare a mandarmi anche tu i volantini per le elezioni come ha fatto il PD, tanto non ti voto, e il perché è facile detto, mettere degli incapaci alla guida dell’Italia non è perdonabile.

Per quanto mi riguarda rimangono Grillo e Ingroia: Grillo mi piace quando riempe le piazze e parla direttamente alla gente, cosa che i politici non sanno più fare. O forse non si possono permettere. Non mi piace quando dice che “uno vale uno” poi nei fatti si smentisce ampiamente. Orrendo quando attacca i giornalisti e i magistrati… stile Berlusconi.
Ingroia sinceramente doveva stare dov’era, il suo lavoro lo sapeva fare bene, ci serviva là. Ora è in politica, purtroppo non farà la differenza e purtroppo non era nelle schede elettorali della circoscrizione estera USA.

Detto questo, io ho dato un voto di protesta, voi non so, ma per favore, non fate i boccaloni, ricordatevi di chi sono veramente le persone, e se non lo sapete, informatevi. Cercate anche di usare la vostra parte razionale del cervello! BUON VOTO!

Non ho ancora ricevuto le schede per votare

flag_30_01

La legge italiana per permettere di votare gli italiani all’estero cosa prevede? Voto online? Voto direttamente al consolato che per me è qui a due passi? Macché, ti inviano 2 buste per posta, una dentro all’altra, con anche le schede elettorali.

Tu voti e metti le schede elettorali dentro alla busta più piccola già affrancata, ma devi fare presto perché se non arriva in orario loro non possono portarle a Roma in tempo per lo scrutinio. Tutta una burocrazia e uno spreco di carta e soldi pubblici inutile, quando potremmo votare online come si fa da tempo in Estonia

Poi se c’è qualche problema dite addio al nostro dovere e diritto di votare. Come è successo questa volta… e la scorsa pure… che pena questa Italia.

Avviso sulla consegna dei plichi elettorali – Elezioni 2013
Aggiornamento mancata consegna plichi elettorali – Elezioni 2013
Referendum 2011 – regalo del centro destra e Lega Nord per far affossare i refendum (mal riuscito)

AGGIORNAMENTO:
Le schede alla fine sono arrivate il 21 febbraio 2013, un po’ tardi visto che era il giorno massimo per cui sarebbero dovute pervenire votate e imbustate al consolato. Per fortuna che sono andato al consolato italiano di San Francisco il 16 febbraio dove mi hanno consegnato un duplicato e mi hanno fatto votare in loco. Alla domanda del perché non mi avessero risposto alla mail e nemmeno al telefono… la risposta è stata: “Riceviamo centinaia di comunicazioni che non ce la facciamo…” poverini, c’è da compatirli, con i privilegi e i soldi che ricevono… è un lavoraccio!