Category Archives: California

Tg2 Motori gita fuori porta nella Silicon Valley

L’altro giorno incontro di fianco al mio ufficio una troupe del Tg2, inizialmente ho pensato erroneamente che fosse Paola Ferrari di Tg2 Motori, invece avevo indovinato la rubrica, ma non la giornalista, era Maria Leitner; a mia difesa c’e’ da dire che si assomigliano molto e poi non seguo la tv italiana da secoli.
Ecco il servizio dal minuto 4:00 al 6:25.
C’e’ anche un bel primo piano del logo di Skype, ufficio di fianco al “Ford Research and Innovation Center” dove infatti l’ho vista girare, che pero’ non c’entra assolutamente nulla col servizio.
La Maria Leitner parla spesso di “startup” nel servizio che dura 1m30s scarsi, ma poi sembra che l’unico posto dove l’hanno fatta entrare e’ appunto il centro di ricerca Ford, non proprio una startup direi.
Del Google Self Driving Car non ha manco parlato e l’unica immagine di Google e’ dell’ufficio fatta anche quella da fuori.

Un bel giro quello in California, sarebbe potuto essere un bel servizio, ma mi e’ sembrato davvero scarno. Chissa’ se avranno fatto buon uso dei soldini del canone che dal 2016 sara’ in bolletta, visto che Mr.Renzie il twittatore piu’ veloce della politica, non tollera i piccoli evasori, ma solo quelli che evadono almeno qualche decina di milioni di euro.
tg2_at_porter_dr_02

HSBC (USA) the worst bank you can ever have

hsbc_customer_crap
HSBC is the worst bank I have ever opened an account with. Everything is complicated with them.
To enable Wire transfers online I had to stay 38 (thirty-eight) minutes in a call with their customer support while the day before the Palo Alto’s branch (CA) told me that there were no problems for me to do it online (lie).

They are unable to help you on any branch, basically I do not even know why they keep them open and at the customer support you have to be humiliated answering tons of questions all the times, just to enable something will be available ONLINE only to the person who knows the passwords.

Frustrating.

Dopo cinque anni, ecco le solite facce… o quasi

Sorriso di nome, ma non di fatto. E soprattutto, largo ai giovani, vero Monti?
Sorriso di nome, ma non di fatto. Ma soprattutto: spazio ai giovani, vero Monti? Ma per favore.

Cinque anni fa votavo e me ne andavo dall’Italia, Berlusconi si apprestava a vincere le elezioni nuovamente, dopo che la sinistra non ha fatto un emerito niente per fermarlo, nè per rinnovarsi.

Dopo cinque anni si presentano: il solito PDL, la solita Lega e il solito PD. Sinceramente non riesco a capire gli elettori di questi schieramenti. Le stesse persone non potranno che rifare le stesse cose. Se l’Italia è messa come ora è colpa loro. Garantito.
Monti, il professore della Bocconi amico delle banche, spero rimanga solo un brutto ricordo per l’Italia, ci avrà pure salvato dal baratro, ma a spese di chi ora è nel baratro al posto dell’Italia, cioé quelli che pagano le tasse e sono già strozzati dalla pressione fiscale. Gli altri tranquilli: le banche, i ricchi e i furbetti sono sempre salvi. Alla faccia dell’equità tanto sbandierata.
A proposito Monti, lascia stare a mandarmi anche tu i volantini per le elezioni come ha fatto il PD, tanto non ti voto, e il perché è facile detto, mettere degli incapaci alla guida dell’Italia non è perdonabile.

Per quanto mi riguarda rimangono Grillo e Ingroia: Grillo mi piace quando riempe le piazze e parla direttamente alla gente, cosa che i politici non sanno più fare. O forse non si possono permettere. Non mi piace quando dice che “uno vale uno” poi nei fatti si smentisce ampiamente. Orrendo quando attacca i giornalisti e i magistrati… stile Berlusconi.
Ingroia sinceramente doveva stare dov’era, il suo lavoro lo sapeva fare bene, ci serviva là. Ora è in politica, purtroppo non farà la differenza e purtroppo non era nelle schede elettorali della circoscrizione estera USA.

Detto questo, io ho dato un voto di protesta, voi non so, ma per favore, non fate i boccaloni, ricordatevi di chi sono veramente le persone, e se non lo sapete, informatevi. Cercate anche di usare la vostra parte razionale del cervello! BUON VOTO!

Non ho ancora ricevuto le schede per votare

flag_30_01

La legge italiana per permettere di votare gli italiani all’estero cosa prevede? Voto online? Voto direttamente al consolato che per me è qui a due passi? Macché, ti inviano 2 buste per posta, una dentro all’altra, con anche le schede elettorali.

Tu voti e metti le schede elettorali dentro alla busta più piccola già affrancata, ma devi fare presto perché se non arriva in orario loro non possono portarle a Roma in tempo per lo scrutinio. Tutta una burocrazia e uno spreco di carta e soldi pubblici inutile, quando potremmo votare online come si fa da tempo in Estonia

Poi se c’è qualche problema dite addio al nostro dovere e diritto di votare. Come è successo questa volta… e la scorsa pure… che pena questa Italia.

Avviso sulla consegna dei plichi elettorali – Elezioni 2013
Aggiornamento mancata consegna plichi elettorali – Elezioni 2013
Referendum 2011 – regalo del centro destra e Lega Nord per far affossare i refendum (mal riuscito)

AGGIORNAMENTO:
Le schede alla fine sono arrivate il 21 febbraio 2013, un po’ tardi visto che era il giorno massimo per cui sarebbero dovute pervenire votate e imbustate al consolato. Per fortuna che sono andato al consolato italiano di San Francisco il 16 febbraio dove mi hanno consegnato un duplicato e mi hanno fatto votare in loco. Alla domanda del perché non mi avessero risposto alla mail e nemmeno al telefono… la risposta è stata: “Riceviamo centinaia di comunicazioni che non ce la facciamo…” poverini, c’è da compatirli, con i privilegi e i soldi che ricevono… è un lavoraccio!

Il P.D. intasa la mia buchetta della posta… anche a San Francisco!

PD_North_America

Vivo a San Francisco da un anno ormai, in pochi conoscono il mio indirizzo e il mio nome per intero. Uno su tutti li conosce entrambi, il consolato italiano.
Ora come è possibile che il Partito Democratico sappia esattamente dove vivo? Lo trovo singolare… ho come il sospetto che i miei dati siano stati trasmessi in modo illegale. Ecco cosa ho trovato oggi nella mia buchetta della posta… con grande stupore. Continue reading Il P.D. intasa la mia buchetta della posta… anche a San Francisco!