La coerenza secondo Matteo

“Un NO a una riforma che stravolge la nostra Costituzione riscrivendo ben 53 articoli… un NO per fermare il progetto che conferisce al premier poteri che nessuno Stato democratico prevede e lo rende sostanzialmente inamovibile”

Non l’ha detto un gufo, nemmeno un disfattista, nemmeno uno del sempre “No”, non era un rosicone… non l’ha detto uno a caso.
L’ha detto Matteo Renzi nel 2006.
Dieci anni dopo, il Twitter-tutto-io, fa uguale se non peggio, ma ovviamente chi gli rammenta le stesse palesi cose, lui vaneggia di gufi, disfattisti, ecc. ecc.

La coerenza secondo Matteo.
https://www.facebook.com/MarcoTravaglioNews/posts/1717463865143290:0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *