Rederendum 12-13 giugno 2011: SI SI SI SI!

Oggi ho votato per posta per i referendum, tralasciando la burocrazia oscena che bisogna incontrare per votare dall’estero, volevo solo dirvi che e’ MOLTO IMPORTANTE CHE ANDIATE A VOTARE.
Ei tu, si proprio tu che voti a destra, centro, sinistra, su o giu’, non importa cosa cazzo voti, ma penserai che la tua vita, dei tuoi figli, dei tuoi cari vale di piu’ di qualsiasi politico a questo mondo no?
Allora smonta da quella cavolo di sedia e vai a votare il 12 e 13 giugno e per bene! Io l’ho fatto, fallo anche tu!
Se riusciranno a scipparci anche dell’unico voto dove il popolo decide le sorti di alcune leggi… andate a votare lo stesso! E la prossima volta pensate due volte a chi votare per chi ha la parola “Libertà” nel nome del proprio partito, ma quando si viene ai fatti… SE NE FOTTE DI QUELLO CHE PENSATE O VOLETE!

Lettera di Celentano
I pazzi siete voi

AGGIORNAMENTO:
La cassazione ha detto SI al referendum sul nucleare, ma con un quesito aggiornato. NOI Italiani all’estero abbiamo però già votato con le vecchie schede… e ora? Il governo truffa continua a pigliarci per il culo, rispondiamo in MASSA con un quadruplo SI il 12 e 13 giugno… e magari il quinto sarà un SI’, ANDATE A ZAPPARE!

AGGIORNAMENTO 2:
Ho scritto all’ambasciata di Tallinn:

Salve,
vorrei sapere se, visto dopo la recente decisione della cassazione, gli italiani all’estero che hanno gia’ votato con la scheda “vecchia” per quanto riguarda il quesito sul nucleare (scheda grigia) sara’ valevole lo stesso o meno.

Siccome e’ molto importante per me questo quesito, non vorrei che il mio voto non venga contato, almeno per quel quesito.
Sarebbe doveroso da parte Vostra dare chiarezza su questo punto.

cordiali saluti
Marco Cimmino

la risposta lascia pochi dubbi: a meno di una settimana non ne hanno una idea!

Gentile connazionale,

appena appresa la decisione della Corte di Cassazione nel senso del mantenimento del quesito referendario n. 3 sul nucleare che, in virtu’ di tale decisione, si riferisce ora alle nuove norme del c.d. decreto ‘Omnibus’ per la parte relativa alla moratoria nucleare, il Ministero degli Esteri attende direttive del Ministero dell’Interno, in attesa delle quali il procedimento rimane invariato. Pertanto l’elettore che non abbia ancora votato, qualora interessato, può esprimere il proprio voto anche sul quesito nucleare.

Cordiali saluti.

Andrea Pompermaier

One thought on “Rederendum 12-13 giugno 2011: SI SI SI SI!”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *