Sospeso nell’aria

Sono appena tornato in Estonia e durante il volo Monaco-Tallinn bevevo vino rosso, ascoltavo musica jazz e pensavo; cosi’ ho deciso di racchiudere qualche mio pensiero e qualcuna delle mie sensazioni in una poesia, della quale vi prego di leggerla, ma di non chiedermi NIENTE. Potete commentarla se lo preferite… solo niente domande. Grazie della collaborazione e buona lettura.

PS: No non soffro di depressione, non ne ho mai sofferto.

Sospeso nell’aria
il cielo è scuro, ma limpido.
Il tempo scorre, lentamente
sospeso pure lui.
Il jazz riempe il rumore del silenzio
con delicatezza.
I pensieri girano invece veloci
come i motori dell’aereo.
Un viaggio partito da casa
alla volta di casa.
Qualcosa si raggiunge.
Qualcosa rimane indietro.
Qualche certezza,
qualche amico,
qualche posto,
qualche sensazione.
Le domande sono tante,
le risposte sono in sospeso nell’aria.

3 thoughts on “Sospeso nell’aria”

  1. Cimmo leggo solo ora la tua bella poesia…
    Non so se assomigliarla ad una canzone dei Negramaro o ai pensieri del funambolo del circo di Moia Orfei prima del numero!!! Scherzo è bella e posso immaginare le tue sensazioni di allora

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *