Il delirio di una nazione

Siamo al delirio in Italia, un presidente del consiglio che si fa una legge (l’ennesima) per scappare alle sentenze che lo riguardano, ci riesce e poi si arrabbia pure con i giornalisti, quei pochi che ancora si chiamano tali e che fanno ancora qualche timida domanda.
Ma si sa in un quasi regime quale l’Italia e’ non si possono piu’ fare domande, non esiste la liberta’ di parola, di contestazione, non si possono processare i politici (perche’ guarda caso quelli che giudicano male la destra son tutte toghe rosse e politicizzate) e non si puo’ fare piu’ nulla.

Purtroppo il problema non sono loro, ma sono ancora gli italiani, branco di imbecilli, pecoroni, boccaloni e corrotti (purtroppo non ci sono altri termini) che per interessi o per ingenuita’ votano personaggi di questo genere. Una spiegazione per i boccaloni c’e’: e’ piu’ facile autoconfortarsi e pensare che sia tutto come dice lui, piuttosto che ammettere di aver creduto alle palle del proprio politico “preferito” per anni e cosi’ si chiude un occhio, un altro, le orecchie e si pensa davvero che MrB. si debba difendere dalle fantomatiche toghe rosse e che ci sia una cospirazione in atto.
La verita’ e’ che questo personaggio e’ in parlamento per mettere a posto gli affari suoi, degli italiani se ne sbatte altamente.

Purtroppo io non ci sto e ancora piu’ delirante di lui, mi sparero’ il seguente viaggio pur di venire 5 giorni in Italia a votare alle europee:

  • 622 km di pullman
  • 3500 km di aereo
  • 248 km di auto

Il voto e’ l’unica cosa che ci rimane per mandarli a casa, se solo qualcuno che vota a pochi km da casa spegnesse quella cazzo di tv racconta-palle e cercasse di informarsi veramente mi farebbe un piacere. E si’, anche quelli che ormai gliel’hanno data su, potreste alzare il CULO, andare su internet e vedere che cazzo succede.

Ora voglio sentire il prossimo che mi dice che sono incoerente 🙂

One thought on “Il delirio di una nazione”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *